P.le Valgoi 12
23100 Sondrio
banda.pedretti@provincia.so.it
 
Correva l'anno 1805. Sondrio era una cittadina che contava meno di 4000 anime, il cui cuore era rappresentato da un ideale triangolo, i vertici del quale erano la piazza Vecchia, Quadrivio e piazza Campello. Correva l'anno 1805 e la Valtellina, artefice Napoleone, entrava a far parte del Regno Italico dopo tre secoli di dominio grigione.
Documenti che risalgono a quell'anno provano l'esistenza in Sondrio di un corpo musicale, definito "Accademia filarmonica della città" o "Dilettanti filarmonici", corpo che viene invitato dalle autorità municipali per festeggiare le brillanti affermazioni napoleoniche.
Nel 1946 viene steso il primo Statuto e il complesso prende il nome di Banda Cittadina.
Dopo la morte del Maestro Elia Lucin nel 1958 la direzione della Banda viene affidata al Maestro Pietro Damiani; presidente è il Signor Celestino Pedretti che perde la vita in un tragico incidente il 28 marzo 1962. Proprio per ricordarne la figura i Dirigenti della Banda intestano il Complesso a suo nome: Banda Cittadina Celestino Pedretti. Al Maestro Damiani succede il maestro Egidio Cremonesi che rimane in attività fino al 1974. Presidente è Adolfo Frugoli. La Banda viene in seguito diretta dal Maestro Nicola Donadio e poi, nel 1976, dal maestro Giancarlo Bianchi, che porta avanti la sua attività fino al 1986, anno in cui la direzione viene affidata al giovane maestro Emilio Maccolini. Nel 1992 si forma all'interno del complesso un gruppo folkloristico denominato "La Combriccola" che effettua le sue prime trasferte all'Isola D'Elba e a Sindelfingen.
Nel 1997 il nuovo maestro è Riccardo Bloncksteiner; presidente e vice maestro è Emilio Maccolini. Dal 1998 il complesso è diretto dal Maestro Lorenzo Della Fonte che segue la Banda sino al 2003.
Il complesso è attualmente diretto dal maestro Emilio Maccolini, presidente è Giulia Capararo.

Nella sua attività la Banda Cittadina organizza corsi musicali di flauto,clarinetto saxofono, tromba, trombone corno e percussioni, tenuti da Insegnanti diplomati
Da quel lontano 1805, la Banda ha accompagnato la vita della comunità sondrasca sottolineandone con la sua presenza musicale (e popolare) i momenti, ora lieti ora tristi, quelli delle ricorrenze civili e religiose, quelli degli appuntamenti culturali, quelli delle feste spensierate, attraverso innumerevoli concerti per le vie e le piazze cittadine. Oltre a rappresentare la Città di Sondrio con esibizioni in Italia ed all'estero.